lunedì 8 agosto 2016

Sturer Emil - Cenni storici (historical notes)

Lo Sturer Emil ("Emil il Testardo"), denominazione informale del mezzo 12,8 cm Selbstfahrlafette auf VK3001(H), è stato un semovente cacciacarri usato dall'esercito tedesco durante la Seconda Guerra Mondiale. Ne vennero prodotti due soli esemplari.

The Sturer Emil ("Stubborn Emil"), informal denomination of the vehicle 12,8 cm Selbstfahrlafette auf VK3001(H), was a tank destroyer used by the German army during the Second World War. Only two of them were produced.

La sua costruzione venne ordinata per disporre di un mezzo in grado di contrastare con efficacia i carri armati nemici. Si scelsero due scafi del prototipo di carro armato medio VK3001(H), mai entrati in produzione, sui quali venne montato un cannone del calibro di 128 mm in una casamatta a cielo aperto.

Its construction was started in order to have a vehicle capable of effectively engaging enemy tanks. Two hulls of the medium tank prototype VK3001(H), never put in production, were used, on which a 128 mm (5.04 in) cannon was mounted in an open-top casemate.

Quest'arma, derivata dal pezzo antiaereo 12,8 cm FlaK 40, fu la più potente per uso anticarro della Seconda Guerra Mondiale, essendo in grado di penetrare una corazza d'acciaio inclinata a 30° di 120-180 mm di spessore (a seconda del tipo di proiettile) da oltre 2000 m di distanza. In tal modo riusciva a distruggere virtualmente qualsiasi carro nemico prima di arrivare a tiro delle loro armi.

This weapon, derived from the 12,8 cm FlaK 40 anti-aircraft gun, was the most powerful anti-tank gun used in the Second World War, capable of piercing a 30° inclined steel plate with a thickness of 120-180 mm (4.72-7.09 in, depending on the shell type) from a distance of 2000 m (2187 yd). Thus, it was capable of destroying enemy tanks well beyond their range.

I due mezzi, chiamati Max e Moritz dai protagonisti di una famoso racconto illustrato tedesco, furono inviati sul Fronte Orientale a metà del 1942. Uno di essi verrà distrutto in azione, l'altro verrà catturato intatto dai sovietici vicino Stalingrado nel gennaio 1943, con i simboli di 22 vittorie dipinti sulla canna, ed è tuttora esposto al Museo dei Mezzi Corazzati di Kubinka, vicino Mosca.

The two vehicles, named Max and Moritz after the characters of a popular German illustrated story, were sent to the Eastern Front in mid-1942. One of them will be destroyed in combat, the other one will be captured intact by the Soviets in January 1943 near Stalingrad, with 22 kill marks painted on the barrel, and it is still on display in the Kubinka Tank Museum, near Moskow.


German heavy SP gun on VK3001(H) chassis
Posta un commento