domenica 24 aprile 2016

Matilda Mk. II - Galleria fotografica (photo gallery)

Questo è il 16º modello che ho completato, costruito dal novembre 2015 al marzo 2016. Rappresenta un carro da fanteria di costruzione britannica della Seconda Guerra Mondiale. Mi ha interessato soprattutto per il particolare schema della sua mimetica.

This is the 16th model I completed, built from November 2015 to March 2016. It shows a British infantry tank used during the Second World War. It caught my attention mainly due to its unique camouflage pattern.

Il kit è abbastanza datato, risalente al 1973, ma nonostante questo è di buona qualità, con pochi segni visibili di giunzioni e di estrattori. Nella scatola ho trovato quattro telai con i pezzi, più lo scafo inferiore separato, in stirene color sabbia, un paio di cingoli in vinile nero, un foglio di decal e due manuali di istruzioni, uno in inglese e l'altro in giapponese. Era incluso anche un figurino, che però non ho dipinto. Ho deciso di costruire tutto da scatola tranne il cannone, sostituito da uno in alluminio prodotto dalla RB Models (modello 35B02).

The kit is quite old, dating back to 1973, but nonetheless it is of good quality, with few visible flashes and ejection pin marks. In the box I found four sprues with the pieces, plus the separate lower hull, in sand coloured styrene; a pair of black vinyl tracks, a decal sheet and two instruction manuals, one in English, the other in Japanese. There was also a figure, but I didn't paint it. I decided to build everything out of the box, except for the main gun barrel, for which I used a turned aluminium one produced by RB Models (model 35B02).

Il montaggio è stato abbastanza rapido, ed ho dovuto stuccare solo le giunzioni dei parafanghi con le "gonne" laterali. Per tale motivo, inoltre, ho dovuto montare i cingoli subito, anziché dopo averli colorati.

The assembling phase has been quick, I had only to fill some gaps between the fenders and the side skirts. For this reason, moreover, I had to mount the tracks first, instead of putting them after painting.

Colorazione (painting)

Sul fronte nordafricano i Matilda adottarono uno schema detto "Dazzle", di ispirazione navale, che aveva il compito non di camuffare, bensì di confondere la sagoma del mezzo per renderne difficile agli artiglieri nemici la stima della sua distanza, rendendolo un bersaglio più difficile da colpire. Lo schema a cui mi sono ispirato è visibile qui.

In the North African theatre the Matildas used a camouflage pattern called "Dazzle", inspired by those used in the Navy, which had the purpose of disrupting the vehicle silhouette, rather than concealing it, thus preventing a correct estimate of the range by the enemy gunners and making the tank a harder target. The schema which I inspired from is visible here.

Trattandosi di una mimetica a linee nette, ho usato del nastro adesivo per mascherare le zone di un colore prima di dipingere il successivo. I colori, spruzzati ad aerografo e ritoccati a pennello, sono sabbia, grigio antracite e grigio chiaro (con una sfumatura verde). Di seguito si possono vedere i vari passaggi.

Being a solid edges schema, I used some masking tape in order to cover the zones of a colour before applying the following one. The colours, sprayed with an airbrush and adjusted with a paintbrush, are sand, slate grey and light grey (with a slight greenish hue). You can see the painting steps in the following photos.

Galleria fotografica (photo gallery)

Dopo la colorazione di base sono seguiti i vari passaggi di dettaglio e invecchiamento, ovvero decals, scrostature, lavaggi, filtri, dry-brush e impolveramento.

After the base painting I performed several detailing and weathering steps, such as decals, scratches, washes, filters, dry brush and dusting.

Posta un commento