mercoledì 12 agosto 2015

Semovente M40 da 75/18 - Galleria fotografica (photo gallery)

Questo è il secondo mezzo italiano che ho costruito (il primo è stato l'Ariete), dal maggio al luglio 2015, nonché il mio 11º modello completato in assoluto. Rappresenta un semovente d'artiglieria usato dal Regio Esercito durante la Seconda Guerra Mondiale.

This is my second Italian vehicle I built (the first one being the Ariete), from May to July 2015, as well as the 11th that I completed at all. It represents a self propelled gun used by the Italian Royal Army in the Second World War.

Il modello è l'ottimo Tamiya nº 35294. Facilissimo da montare, non ha richiesto stuccature grazie alla qualità dei suoi incastri, e le linee di giunzione sono quasi assenti, così come invisibili sono i segni degli eiettori.

The model is the very good Tamiya no. 35294. Very easy to assemble, it did not need any filling thanks to the very good joins; the seam lines are almost absent, as well as the ejector pin marks are invisible.

All'apertura la scatola mostra sei stampate per i vari pezzi del mezzo più una per due figurini (pilota e capocarro), tre pezzi separati per scafo inferiore, superiore e sovrastruttura, una lastra di fotoincisioni, un foglio di decals ed un dettagliato manuale di istruzioni.

Opening the box, you can see six sprues for the vehicle parts plus one for the two miniatures (driver and commander), three separate parts for the lower and upper hull and the superstructure, a photo-etched sheet, a decal sheet and a detailed instruction manual.

Dopo il montaggio ho primerizzato il modello e l'ho verniciato ad aerografo con il colore base usando acrilici Tamiya; in particolare, seguendo il foglio istruzioni, ho scelto una livrea desertica color sabbia, usando 2 parti di XF-60 (Dark Yellow) ed una di XF-59 (Desert Yellow). Per le schiariture ho aggiunto alla miscela precedente delle quantità variabili di bianco (XF-2 Flat White).

After the assembling I sprayed a coat of primer and eventually the base color, using Tamiya acrylics; in particular, according to the instructions, I chose a desert sand camo, using two parts of XF-60 (Dark Yellow) and one of XF-59 (Desert Yellow). For the decoloration I added to the previous mix XF-2 Flat White using different ratios.

I particolari sono stati colorati invece a pennello con acrilici Vallejo Model Color, mentre le scrostature le ho dipinte con un pennello sottile e con il metodo della spugnetta, utilizzando colori a smalto Humbrol (un mix di Black, Rust e Dark Sea Grey).

The details have been painted with the brush using Vallejo Model Color acrylics, whereas I painted the scratches with a fine paintbrush and using the sponge technique, using Humbrol enamels (a mix of Black, Rust and Dark Sea Grey).

Dopo uno strato di trasparente lucido ho proseguito con lavaggio ad olio in Bruno Van Dyck (più uno in nero Marte sulle sospensioni), quindi un altro strato di trasparente satinato, un leggero filtro giallo ocra ed infine un dry-brush in giallo Napoli schiarito con bianco, sempre tutto ad olio.

After a coat of clear gloss I made an oil wash with Van Dyck Brown (plus one in Mars black on the running gear), then another coat of satin varnish, a slight yellow ochre oil filter and finally a dry brushing with a mix of white and Naples yellow oils.

Come tocco finale, ho usato dei pigmenti Mig (Beach Sand, African earth e Light Dust), diluiti in acqua e applicati a pennello in striature verticali, per dare l'effetto della polvere del deserto che spesso ricopriva questi mezzi.

As a finishing touch, I used Mig pigments (Beach Sand, African earth and Light Dust) diluted in water and applied with a brush in vertical strokes, in order to give the effect of the desert dust that used to cover these vehicles.

Un particolare interessante è questo stemma in fotoincisione (il diametro reale è di circa 3 mm), si notano chiaramente il simbolo del Fascio Littorio, la Stella d'Italia e la sigla R.E. (Regio Esercito).

An interesting details is this photo-etched crest (the actual diameter is roughly 3 mm, 0.12 in), there are clearly visible the Fasces symbol, the Italian Star and the initials R.E. (Regio Esercito, i.e. [Italian] Royal Army).

I battistrada e i perni di guida dei cingoli, nonché i denti della ruota motrice ed il bordo di quella di rinvio, sono stati dipinti con un dry-brush color acciaio usando uno smalto Model Master, in modo da simulare l'usura del metallo. Le parti in gomma sono invece in un mix di nero, grigio e blu di Prussia.

The threads and the guiding teeth of the tracks, as well as the sprockets teeth and the return wheels edges, have been dry brushed with a steel Model Master enamel, in order to simulate the wear of the metal. The rubber parts, instead, are in a mix of black, grey and Prussian blue.

I fari sono in argento Humbrol, ricoperti da trasparente lucido, mentre i vetri dei visori sono in un mix di nero e blu di Prussia.

The headlights are painted with silver Humbrol enamel and coated with clear gloss, whereas the iposcopes are a mix of black and Prussian Blue.

I manici in legno sono dipinti in Buff e lavati ad olio con Bruno Van Dyck, mentre le parti in metallo sono in nero con un lavaggio ad olio in Terra di Siena Bruciata.

The wooden parts are colored in Buff and oil-washed with Van Dyck Brown, whereas the metal ones are black with an oil wash of Burnt Sienna.

Le marmitte hanno ricevuto una base di smalto color ruggine, per poi essere rifinite con pigmenti Mig Standard Rust, Light Rust e Ochre Rust.

The silencers have a base of rust enamel finished with Standard Rust, Light Rust and Ochre Rust Mig pigments.

Per variare un po' ho dipinto due delle taniche in grigioverde (usando nero, grigio e verde oliva), dipingendo poi, in maniere volutamente approssimativa, una croce bianca. Si usava infatti tracciare con un pennello delle croci bianche sulle taniche che dovevano contenere acqua, per distinguerle da quelle del carburante.

For the sake of variety I painted two of the jerry cans in grey green (using black, grey and olive green), eventually painting, in a purposely rough manner, a white cross. In fact, it was common to paint white crosses on the water jerry cans, in order to distinguish these from the ones containing fuel.

Le decals rappresentano un mezzo della Divisione Corazzata Ariete. Sul frontale vediamo due teste d'ariete, emblema della divisione, contrapposte e separate da una freccia con la scritta "Freccia d'acciaio". Sopra la targa compare invece il motto "...Dei Tommy [i soldati britannici] il terrore siam!". Sul retro la targa è incollata su una lastra in fotoincisione, mentre le decals ai lati (altre due teste d'ariete con simboli tattici) non le ho messe perché sarebbero state coperte dalle taniche.

The decals show a vehicle of the Ariete Armored Division. On the front we can see two opposed ram heads, emblem of the division ("ariete" means "ram" in Italian), separated by an arrow with the inscription "Freccia d'acciaio" (steel arrow). Above the vehicle registration plate there is a motto: "...Dei Tommy il terrore siam!" ("...We are the dread of the Tommies [the British soldiers]!). In the back, there is the vehicle registration plate applied on a photo-etched part. There were also two side decals, still two ram heads with tactical symbols, but I didn't put them because they would have been covered by the jerry cans.

Gli interni sono stati dipinti in bianco Tamiya, i sedili in smalto color cuoio, i bossoli in smalto color ottone della Model Master e le parti in metallo (mitragliatrice, culatta del cannone, albero di trasmissione, ...) in un mix di nero e Gun Metal della Humbrol. I bordi di queste ultime sono stati poi strofinati con una matita morbida per simulare il metallo, tranne per la mitragliatrice su cui è stato fatto un dry-brush color acciaio. Tutti gli interni, dopo le scrostature, hanno infine ricevuto un lavaggio in Terra di Siena Bruciata.

The interiors have been painted in Tamiya white, the leather seats with Humbrol enamel, the shell casings with brass Model Master enamel and the other metal parts (machine gun, howitzer breech, transmission shaft, ...) with a mix of black and gun metal Humbrol enamels. The edges of the latters have been rubbed with a soft pencil to simulate the worn metal, except for the machine gun, which was dry-brushed with steel color. After I painted the scratches, I made an overall wash in Burnt Sienna oil color.

Posta un commento